Baby monitor schermo Lcd: migliori prodotti di Aprile 2021, prezzi, recensioni

Il baby monitor è un dispositivo elettronico di grande utilità nella gestione quotidiana dei bambini. Esso nasce infatti come prodotto da usare principalmente nelle situazioni in cui dormono, per dare modo ai genitori o chi se ne occupa di controllarli a distanza.

Impegnarsi nella gestione di un bambino è infatti un lavoro costante e molto impegnativo, e può risultare pesante dedicarsi completamente a quello tralasciando le proprie passioni e i propri impegni.

Grazie all’uso di questo dispositivo sarà possibile invece avere il controllo del bambino anche mentre siamo lontani da lui, o lei, fisicamente. Potremo restare in cucina per preparare la cena, fare la doccia con tranquillità o dedicarci alle faccende casalinghe. Ma è la soluzione ideale anche quando lavoriamo da casa e abbiamo necessità di concentrarci al massimo in quel frangente breve di riposino quotidiano.

Insomma, un vero grande aiuto se pensiamo al fatto che con i bimbi piccoli anche solo una telefonata può diventare difficile da gestire.

La composizione del baby monitor

Questo dispositivo è composto da due elementi collegati tra loro: la telecamera e il monitor.

  • Il primo va posizionato nella stanza dove si trova il bambino, il secondo resta invece al genitore che lo userà per il controllo.
La versione più diffusa del baby monitor è forse anche quella più comoda e funzionale, è la versione con la batteria ricaricabile. In questo caso i due elementi sono portatili e funzionano entrambi con una batteria a litio che si ricarica periodicamente.

Come un cellulare che si ricarica nel giro di un paio di ore, anche le due unità del baby monitor si ricaricheranno in questo modo e manterranno la loro autonomia per un tot di ore.

Questo aspetto del prodotto lo rende estremamente versatile e comodo perché ci permette di poter portare il monitor in giro per casa e posizionarlo accanto a noi qualsiasi cosa stiamo facendo. E permette anche di posizionare la telecamera come preferiamo. Non è detto che il bambino dorma sempre nella stessa stanza, o magari la culla possiamo volerla spostare più vicino o più lontano dalla finestra. Con la telecamera portatile non sarà un problema, l’importante è ricordare di posizionarla in un punto in cui la visuale sia ottimale.

In base alla qualità del prodotto, avremo una qualità delle immagini differente. Sono infatti disponibili sul mercato diversi modelli di baby monitor che si differenziano non solo per le funzionalità di cui sono dotati, ma anche per le caratteristiche tecniche.

Uno degli elementi che può fare la differenza, in questo caso, è lo schermo LCD del monitor.

Cosa si intende per LCD e come funziona

LCD è una sigla che in inglese significa letteralmente Liquid Crystal Display e che possiamo tradurre in italiano con “display a cristalli liquidi”.

Questo tipo di schermo usa quindi le proprietà di modulazione della luce dei cristalli liquidi per la gestione dell’immagine. Lo schermo LCD è oggi estremamente diffuso e possiamo trovarlo nella maggior parte dei dispositivi elettronici: dal computer al cellulare, dal televisore fino alla sveglia. Display che vanno da poche decine di centimetri fino a oltre i cento pollici. 

L’LCD è basato sulle proprietà ottiche di sostanze denominate, come già detto, cristalli liquidi. Questo liquido è intrappolato fra due superfici in vetro provviste di numerosi contatti elettrici con i quali poter applicare un campo elettrico al liquido contenuto

Ogni contatto elettrico comanda una piccola porzione del pannello che possiamo identificare come un pixel (o sub pixel per i display a colori). Sulle superficie esterne dei pannelli sono poi posti due filtri polarizzatori disposti su assi che risultano perpendicolari tra loro.

I cristalli liquidi ruotano di 90° la polarizzazione della luce che arriva da uno dei polarizzatori, permettendole di passare attraverso l’altro polarizzatore.

Perché scegliere lo schermo LCD

La scelta di un monitor con schermo LCD è legata principalmente alla qualità dell’immagine e al risparmio energetico. Questo tipo di schermo ha infatti nel tempo preso sempre più piede proprio per la sua qualità e il risparmio di energia elettrica rispetto ai vecchi tubi catodici

Il baby monitor per assolvere al meglio alla sua funzione di controllo, risulta essere molto più chiaro nella gestione delle immagini quando è dotato di uno schermo a cristalli liquidi. Le immagini sono chiare, potremmo quindi anche solo guardando il monitor, capire se il bambino è sveglio o ha bisogno di noi.

E se il baby monitor deve servire ad aiutarci nell’accudire un bambino, è necessario che questa funzione sia fatta nel migliore dei modi.

Quando perciò ci troviamo davanti alla scelta del baby monitor, tra le tante funzioni che bisogna tenere in considerazione, ricordiamo anche questa come importante.

La funzione ottimale dei cristalli liquidi, infine, è correlata non solo alla grandezza del monitor e quindi ai pollici, ma anche alla definizione dell’immagine. Un’immagine chiara e nitida dovrà avere una definizione alta che va dai 500 ai 750 pixel.

Ed è ovvio che per ottenere immagini nitide e chiare, anche la telecamera del baby monitor deve avere una certa qualità. Di solito la qualità dei due elementi va di pari passo, ma è necessario anche posizionare la camera nel punto migliore per avere la visuale ottimale che sia precisa, nitida e chiara. Evitare ombre o eccessiva luce, insomma regolare il tutto in maniera tale da non rendere necessario il nostro intervento in camera del bambino mentre siamo impegnati in altre faccende.

Quanto costa un baby monitor LCD

Il costo di un baby monitor varia, generalmente, in base al tipo di funzionalità di cui è dotato. Anche le caratteristiche tecniche però hanno il loro peso nella formazione del prezzo finale del prodotto.

Lo schermo a cristalli liquidi però, è ormai talmente diffuso che la sua presenza nel baby monitor non va ad alzare in maniera molto pesante il prezzo. Il costo dipende forse più dalla grandezza dello schermo, va quindi in base ai pollici, rispetto alla modalità di gestione delle immagini.

Possiamo comunque trovare baby monitor LCD anche in una fascia di prezzo media che possa quindi accontentare chi non ha un budget molto alto a disposizione, ma desidera comunque un prodotto di qualità.

Sono Teresa e sono di Napoli. Sono appassionata da sempre di libri, cucina e lifestyle. Mi piace chiacchierare e condividere le mie opinioni con gli altri. Il confronto è la via migliore per fare la scelta giusta e consigliarsi con gli altri è sempre utile. Sono molto attiva sui social media e sui miei profili parlo di tante cose, scambio consigli con la mia community e mi diverto. Il momento preferito della giornata per me è la colazione, che sia a casa o al bar amo svegliarmi con il mio cappuccino.

Back to top
menu
Migliore Baby Monitor